sabato 25 marzo 2017

In My Mailbox #13 - 2017



Buon sabato Lettori! Questa volta sono tornata a casa dall'usato con un bottino piccino ma decisamente interessante, prima di tutto ho comprato Dark Places, di Gillian Flynn, già autrice del fortunato Gone Girl. Mi ha incuriosita il fatto che, dal romanzo, è stato tratto un film con Charlize Theron e Chloë Grace Moretz qualche anno fa. Una volta letto vedrò di recuperare il dvd visto che entrambe le attrici mi piacciono molto! Come sempre tra i tanti titoli a disposizione ho scovato anche una fantastica perla, si tratta di Fate a New York, di Martin Millar, uno dei miei autori preferiti. Erano anni che cercavo di mettere le mani su questo suo lavoro, non vedo l'ora di leggerlo! In passato di suo ho amato Ragazze Lupo, che vi straconsiglio se apprezzate i romanzi cupi e le trame ben intrecciate. E infine il Marito ha voluto prendere The Martian, di Andy Weir, che interessa moltissimo anche a me, dato che il film ci era piaciuto un sacco!


Allora, cosa ne pensate dei miei nuovi arrivi?
E voi cosa avete comprato di recente?

venerdì 24 marzo 2017

Novità in Libreria - Marzo 2014



Dopo tanta attesa è finalmente arrivato in libreria Carry On, il nuovo lavoro della Rowell! Mi spiace un po' per il cambio di cover, ma per lo meno Piemme ha deciso di mantenere lo stesso stile dei suoi precedenti romanzi. Sono poi felice di vedere in uscita il terzo capitolo della serie Seeker, di Arwen Elys Dayton, di cui ho da poco preso il primo volume, e non potevo non segnalare la ristampa di Tredici, di Jay Asher! Ho letto questo libro parecchi anni fa e purtroppo non lo avevo apprezzato, ma la tematica trattata è sempre attuale e in vista della serie Tv in onda su Netflix credo abbiano fatto bene a riproporlo ai lettori. Sul ritorno in libreria di Jamie McGuire non mi esprimo, è una mia impressione o sforna libri su libri a una velocità allarmante? Comunque sia questa storia dei fratelli Maddox credo stia andando troppo per le lunghe, voi cosa ne pensate? Andando avanti credo proprio che cederò alla curiosità di Phoneplay, di Morgane Bicail. La copertina non è delle migliori, ma la trama mi ispira molto e in genere i prezzi della Newton sono abbordabili. Sembra interessante anche La ragazza di prima, di J.P Delaney, i thriller mi affascinano sempre anche se ne leggo pochi, devo assolutamente rimediare!


C'è qualche titolo che vi interessa?
Io vi aspetto domani per una nuova puntata di In My Mailbox!

giovedì 23 marzo 2017

Recensione "L'Incanto del Tempo", di N. Gennari

Buongiorno Lettori, come state? Qui la primavera ha portato con sé pioggia e temporali, il che mi mette sempre di buon umore. E finalmente riesco a parlarvi di una delle mie ultime letture, si tratta di un omaggio che ho davvero gradito e che mi ha da subito incantata grazie alla bellissima copertina. Cosa ne pensate, piace anche a voi? Conoscevate già questo romanzo?

Alla vigilia del ritorno di una oscura tirannia, l'ultima speranza
è riposta nei quattro maghi anziani di Monte Corvo.


Titolo: L'Incanto del Tempo
Autore: Niccolò Gennari
Prezzo: 19,90€
Pagine: 375
Pubblicazione: 2017
Editore: Nulla Die
Valutazione Image and video hosting by TinyPic

Trama: Alla vigilia del ritorno di una oscura tirannia, l’ultima speranza è riposta nei quattro maghi anziani di Monte Corvo. Gli elementali non sono comuni bacchette. Essi discendono dall’Albero della Luce e i loro Incanti comandano direttamente ai quattro elementi. Xinti non è la giovane ragazza che sembra: la sua età nasconde dei segreti, così come il suo passato. Alla ricerca di sé, si ritroverà a combattere oscure creature, obbligata a restare accanto a un folletto, un orco e a tre uomini di cui non si fida.


Spesso dimentico quanto è grande la mia passione per il genere Fantasy, quello classico, che mi trascina in avventure emozionanti in compagnia di maghi, orchi, folletti e combattimenti. Per fortuna di tanto in tanto mi capitano tra le mani romanzi come questo, che tornano a farmi sognare e mi regalano qualche ora di magia e spensieratezza. Con L'Incanto del Tempo, primo volume di una saga che spero riesca a farsi conoscere dai lettori, l'autore ci apre le porte su un mondo fantastico, un mondo in cui il Male sta riacquistando le forze e minaccia di portare con sé guerra e morte. Senza discostarsi troppo dal classico schema del genere High Fantasy, Niccolò Gennari ci presenta i personaggi che andranno a formare il nostro gruppo di eroi, e che bene o male ho apprezzato tutti, in particolare mi è piaciuta la figura di Xinti, che si è rivelata coraggiosa e determinata in questo primo volume. Pagina dopo pagina ho però imparato ad affezionarmi anche al resto del gruppo, tra bisticci e battute mi sono proprio divertita ad accompagnare i personaggi nel loro viaggio.

In principio vi era solo un piccolo minuscolo seme.
E per innumerevoli eternità nulla di diverso accadde,
giacché il tempo stesso non esisteva.
Poi qualcosa cambiò, e il tempo in avanti iniziò a scorrere.
E il seme crebbe dunque in una pianta e infine in un albero.
Albero della Luce sarebbe divenuto il suo nome.

Quando si scrive un Fantasy di questo tipo il rischio di proporre al pubblico una storia trita e ritrita è davvero alto, e non posso negare che in questo primo volume di innovativo ci sia ben poco. Tutto si svolge in maniera abbastanza prevedibile, senza grandi colpi di scena, ma in questo caso non l'ho trovato fastidioso, anzi, è stato piacevole accompagnare Xinti e Joona nella loro missione. Forse è merito dello stile dell'autore, che ha reso la storia scorrevole e facile da seguire, regalando al lettore le giuste descrizioni senza però appesantire o rallentare la trama, o forse mi è solo capitato tra le mani al momento giusto, fatto sta che la semplicità e la mancanza di novità non mi hanno infastidita, anzi, ogni tanto è bello tornare alle origini con un bel Fantasy dallo stampo classico. L'unica pecca è la presenza di refusi nel testo, che ho trovato piuttosto sgradevoli. Ci sono ripetizioni ed errori ortografici in grandi quantità e questo ha penalizzato molto il testo, spero che ai successivi volumi venga dedicata maggiore attenzione, perché ha tutte le carte in regola per diventare una serie di successo! Tirando le somme, io ve lo consiglio. Penso che davanti ad un'avventura appassionante e ben scritta si possa chiudere un occhio sulle lacune che, in futuro, potrebbero essere corrette. Dategli una possibilità, ne vale la pena!


Image and video hosting by TinyPic
Genere: Fantasy classico / High Fantasy
Pagina Facebook del romanzo: L'Incanto del Tempo
Questo libro mi ha ricordato: Eragon, di Christopher Paolini

mercoledì 22 marzo 2017

WWW Wednesdays #7 - 2017

Image and video hosting by TinyPic

Buongiorno Lettori! Pensavo di dover saltare l'appuntamento con questa rubrica un'altra volta, e invece eccomi qui, appena in tempo. Fuori piove - benvenuta primavera! - e devo correre all'asilo a prendere Tristan, quindi vi lascio con un WWW breve ma aggiornato, fatemi sapere cosa state leggendo voi se vi va, appena avrò un minuto passerò a curiosare anche sui vostri blog!


La Principessa perduta, di Tui T. Sutherland. È passato un bel po' di tempo ma finalmente eccomi alla seconda avventura dedicata ai protagonisti di questa lunga saga Fantasy per ragazzi! La lettura procede bene, la storia è scorrevole e simpatica quindi penso proprio che non ci metterò troppo a terminarlo. Come al solito copertina e illustrazioni fanno la loro bella figura!



Questa settimana ho terminato L'Incanto del Tempo, di Niccolò Gennari, omaggio che ho davvero gradito e di cui vi parlerò meglio domani in una recensione. Il mio parere è positivo nonostante le lacune che il romanzo presenta, continuerò sicuramente questa saga e spero che i seguiti non ci mettano troppo ad uscire! Per spezzare ho iniziato anche un piccolo libricino che, se non sbaglio, non ho ancora avuto modo di presentarvi qui sul blog. È un acquisto molto recente e si tratta del primo volume dedicato a Isadora Moon, una simpatica bimba metà fata e metà vampiro. Pensavo di scriverne un piccolo pensierino ma non so se può interessarvi, consigli?



Fangirl, di Rainbow Rowell. E con un ritardo a dir poco imbarazzante è arrivato il momento di dedicarmi a questo romanzo della Rowell che mi incuriosisce troppo! Giusto ieri è uscito in libreria il suo ultimo lavoro, Carry On, che devo assolutamente comprare. Prima però voglio conoscere Cath per vedere se saprà conquistarmi come anni fa avevano fatto Eleanor e Park.

Allora Lettori, cosa ne pensate delle mie letture?
Se volete rispondete anche voi a queste tre divertenti domande!