lunedì 4 luglio 2011

Recensione: "The sky is everywhere"

Buon pomeriggio Fantasmi! Oggi vi recensisco The sky is everywhere. Ho atteso di averlo, l'ho bramato e desiderato, e quando finalmente l'ho preso, non sono più riuscita a mollarlo. Adatto a tutti, ad ogni età, a chiunque se la senta di provare emozioni forti e devastanti.. un libro che mi ha davvero commossa e fatta innamorare.

Commovente celebrazione dell'amore e ritratto di una perdita, la lotta di Lennie per trovare la propria melodia all'interno del frastuono che la circonda suona con una nitidezza e un'onestà indimenticabili.

Titolo: The sky is everywhere
Autore: Jandy Nelson
Prezzo: 15,00 €
Pagine: 270
Pubblicazione: 2011
Editore: Fazi



Valutazione
Trama:La diciassettenne Lennie Walker è praticamente perfetta: ama i libri, suona il clarinetto nella banda della scuola e trascorre gran parte del suo tempo felicemente riparata dall'ombra della volitiva sorella maggiore, Bailey. Ma quando Bailey muore, d'improvviso Lennie si ritrova catapultata al centro del palcoscenico della vita. E, a dispetto della sua inesistente esperienza con l'altro sesso, si troverà a barcamenarsi tra le attenzioni di ben due ragazzi. Toby è l'ex fidanzato di Bailey: il suo dolore fa da eco a quello di Lennie. Joe, invece, si è da poco trasferito in città, dopo un'infanzia trascorsa a Parigi, e il suo magico sorriso sembra essere eguagliato solo dal suo straordinario talento musicale. Per Lennie, Toby e Joe sono come il sole e la luna: se uno è capace di spazzar via il dolore, l'altro le offre conforto. Eppure, proprio come le loro controparti celesti, i due ragazzi non possono incontrarsi l'uno nell'orbita dell'altro senza che il mondo esploda.


Ero davvero indecisa se recensire subito questo libro o se lasciar passare un po' tempo, in mododa metabolizzarlo per bene e mettere nero su bianco i miei pensieri in modo più lucido, ma alla fine ho ceduto.. in fondo, se non ora, quando? Sta sera, domani, fra tre giorni? Quando le emozioni si saranno calmate? No, voglio immortalarle adesso.
The sky is everywhere è un libro denso, ricco di sogni, di dolore, di giornate al fiume e biglietti persi sui sentieri. Un libro che sa di musica e di vento, di lacrime e di vuoto.
È un libro che regala molto, e fa riflettere anche su ciò che segretamente cerchiamo di scacciare dalla mente.

Il dolore è per sempre. Non scompare, diventa parte di te, passo dopo passo, respiro dopo respiro. Non smetterò mai di soffrire per la morte di Bailey perché non smetterò mai di amarla. È così. Il dolore e l'amore vivono intrecciati, non esiste l'uno senza l'altro. Non posso fare che questo, volerle bene, e cercare di vivere come faceva lei, con coraggio, energia e gioia.

Insieme a Lennie entriamo in un mondo confuso e assurdo, perché Lennie ha da poco perso la sorella, e nella morte non c'è nulla di lucido. Ed è proprio in questo nuovo mondo che Lennie si sveglia, persa, incredula, e con la consapevolezza di dover andare avanti.
Perché lei è sempre stata la sorella in ombra, al secondo posto, sempre dietro a Bailey, bella ed esuberante. E ora che lei non c'è più, tocca a Lennie essere al centro dell'attenzione, divisa tra il dolore straziante e, in contrasto con tutto, l'amore. Un amore che Lennie deve imparare a gestire, perché un sentimento così forte è capace di trasformare le persone, di renderle sorde e mute e di farle ballare insieme al vento.
Il Los Angeles Times aveva ragione: "Un romanzo in cui gettarsi a capofitto, da divorare tutto d'un fiato.
Leggere The sky is everywhere è come immergersi sott'acqua trattenendo il respiro, e tornare in superficie solo una volta letta l'ultima riga. Straziante, meraviglioso, commovente. Una lettura che ha lasciato un segno indelebile nel mio cuore e che rileggerò sicuramente, forse più di una volta, perché sentimenti forti come l'amore, la morte e il perdono non vanno mai dimenticati.


I consigli dell'Antro:
Cibo/bevanda: Tè alla pesca
Da leggere: in riva a un fiume
Voglia di: emozionarsi, soffrire, vivere

Citazioni:

"So che questo mio comportamento la ferisce, ma non riesco a fare diversamente. Per la prima volta nella mia vita mi trovo in un posto che lei non conosce e non sono in grado di mostrarle come raggiungerlo."

"Come posso fare l'abitudine all'idea di avere perso chi mi trasformava in pura radiosità?"

2 commenti:

  1. Bellissima recensione! *___*

    RispondiElimina
  2. Io sto adorando questo libro *_* Lo sto leggendo tutto d'un fiato. Ah e se ti chiedi che ci faccio qui quando dovrei essere sparita dalla circolazione per una settimana, ti avviso che i miei mi hanno spedito la chiavetta di internet e che prima di andare a Parigi ti assillerò un po' u.u

    RispondiElimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!