domenica 25 marzo 2012

Recensione "Un uso qualunque di te"

Una storia che esplode nella testa e nel cuore.
Un'emozionante confessione femminile così autentica da lacerare il cuore
Titolo: Un uso qualunque di te
Autore: Sara Rattaro
Prezzo: 12,00
Pagine: 208
Data di pubblicazione: 14 marzo 2012
Editore: Giunti

Trama:
"E' quasi l’alba di un giorno di primavera e Viola, madre e moglie inquieta e distratta, riceve una telefonata. E' il marito che le dice di correre subito in ospedale. Ma Viola non è nel suo letto. Comincia a rivestirsi in fretta e, tra un reggicalze che non si chiude e le décolleté lasciate chissà dove, cerca di richiamare Carlo per sapere in quale ospedale andare e che cosa sia successo. E così sullo scolorare della notte, mentre i semafori si fanno sempre meno luminosi e i contorni delle strade diventano più netti, Viola arriva dove avrebbe dovuto essere da ore. Quella che ci racconta senza prendere mai fiato è una vita fatta di menzogne, passione, tradimenti, amore, sensi di colpa e rimpianti. Ma adesso non è possibile mentire, il terrore e la verità la aspettano in quella stanza d’ospedale dove le sue bugie non la potranno più aiutare."

L'autrice:
Sara Rattaro è nata nel 1975 a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha frequentato il master in Comunicazione della Scienza «Rasoio di Occam» a Torino prima di essere assunta come informatore farmaceutico. Coltiva da sempre la passione per la scrittura, le sue storie si ispirano ai racconti delle persone che incontra.

Stelle: 4/5


La mia recensione:
Sono contenta di passare questa domenica a recensirvi Un uso qualunque di te, romanzo che ha attirato l'attenzione di molti lettori del blog, e che mi ha tanto incuriosita da spingermi a leggerlo non appena è arrivato, ignorando spudoratamente il libro che avevo già in lettura.
Finito in meno di una giornata, questa storia mi è davvero piaciuta.
Partiamo per prima cosa dalla cover, che secondo me merita davvero molto.
Il libro tratta di argomenti dolorosi come il tradimento e le bugie. Con la protagonista Viola entriamo in un mondo di luci e ombre, amore e affetto, attenzioni e pensieri. Viola è moglie e madre, ma non è perfetta, anzi, è tutto fuorché adatta al ruolo che dovrebbe interpretare. Viola è impulsiva, ama, e forse ama troppo, anche le persone che non dovrebbe, quelle che sbagliate, quelle che in un istante ti rovinano la vita.
Ed è proprio la vita di Viola a cambiare da un giorno all'altro, in pochi secondi. Lo squillo del cellulare, un messaggio sulla segreteria, l'ospedale, e tutto ciò che conoscerà finirà con lo sgretolarsi sotto ai suoi piedi, costringendola ad affrontare le bugie costruite in anni e anni di matrimonio.
Scritto un po' come una storia e un po' come un diario, un po' sotto forma di lettere e un po' come pensieri, Un uso qualunque di te porta il lettore a ragionare, a farsi domande e, insieme a Viola, a trovare le risposte.
Il libro è composto per lo più da frasi corte, semplici e che vanno a segno, rendendo il romanzo scorrevole e veloce da leggere, grazie soprattutto allo stile fresco e lineare dell'autrice.
I personaggi mi sono piaciuti molto, nonostante non siano particolarmente caratterizzati.. ognuno ha i suoi lati particolari, quelli che permettono al lettore di sentirli vivi e veri, e non come semplici nomi su un foglio di carta. Ho apprezzato in particolare Carlo e Angela, il marito e la migliore amica di Viola.
Una storia forse non originalissima in fatto di trama, ma che lascia il segno.

Citazioni:
Quando una persona ti attraversa l'anima, una parte di te si sbriciola, peccato sia la parte su cui hai sempre contato.

Il coraggio te lo trovi dentro, così forte da riuscire a ucciderti, e spesso è anche tutto quello che ti resta.

Il dolore è strano. Si manifesta all'improvviso e puoi solo aspettare che scompaia da sé. Non ci sono soluzioni né risposte. Bisogna fare un respiro profondo e aspettare.

* * *

Durata della lettura: meno di un giorno

Consigli:
Cibo/bevanda: cioccolata calda
Da leggere: sul balcone
Voglia di: riflettere

8 commenti:

  1. Sembra interessante, grazie! :)

    RispondiElimina
  2. Proprio tutto ciò che mi aspettavo da questo libro, niente di più niente di meno.
    Ottima recensione come sempre! Mi ha fatto venire un'irrefrenabile voglia di leggerlo >___<

    RispondiElimina
  3. La prima cosa che mi ha colpito di questo libro è proprio la copertina...bellissima e senza troppi fronzoli! La trama e la tua recensione mi hanno convinto che questo libro meriti di essere letto!! Provvederò al più presto! =)

    RispondiElimina
  4. All'inizio la trama mi ha ricordato "non ti muovere" di M.Mazzantini

    RispondiElimina
  5. E' piaciuto tantissimo anche a me!!

    RispondiElimina
  6. @Tsuki, sono contenta! ^^ tra l'altro anche il prezzo è piuttosto contenuto (12 euro) ^^

    @Micia, lo stanno dicendo in molti in effetti.. purtroppo non ho ancora letto nulla della Mazzantini e quindi non posso confermare..

    RispondiElimina
  7. Bella recensione. Credo sia una bella storia e, lo ammetto, sono ancora più incuriosita di prima.
    p.s. nemmeno io ho letto qualcosa della Mazzantini (anche se ne ho sentito parlare bene) ^^

    RispondiElimina
  8. il titolo incuriosisce ma la trama non tanto, forse leggendolo...

    RispondiElimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!