martedì 22 ottobre 2013

Recensione: "Hunger Games - Il canto della rivolta"

Gioite Fantasmi: la vostra strega è sopravvissuta a questa terrificante lettura, e adesso non vedo l'ora di sfogarmi con voi, siete pronti?

Che i giochi abbiano fine.

Titolo: Il canto della rivolta
Serie: Hunger Games #3
Autore: Suzanne Collins
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 419
Pubblicazione: 2012
Editore: Mondadori
       

Valutazione
Image and video hosting by TinyPic
        
Trama: Contro ogni previsione, Katniss Everdeen è sopravvissuta all'Arena degli Hunger Games. Due volte. Ora vive in una bella casa, nel Distretto 12, con sua madre e la sorella Prim. E sta per sposarsi. Sarà una cerimonia bellissima, e Katniss indosserà un abito meraviglioso. Sembra un sogno... Invece è un incubo. Katniss è in pericolo. E con lei tutti coloro a cui vuole bene. Tutti coloro che le sono vicini. Tutti gli abitanti del Distretto. Perché la sua ultima vittoria ha offeso le alte sfere, a Capitol City. E il presidente Snow ha giurato vendetta. Comincia la guerra. Quella vera. Al cui confronto l'Arena sembrerà una passeggiata.


Ci sono due tipi di libri che smanio di leggere: quelli che aspetto da molto, con tanto di occhi a cuoricino, e quelli che voglio assolutamente togliermi di torno. Relegarli su uno scaffale della libreria aspettando che la polvere li nasconda del tutto. Il canto della rivolta, purtroppo, fa parte della seconda categoria.
Facciamo un passo indietro però: Hunger Games mi era piaciuto, anche se a inizio lettura mi aspettavo una storia molto più cruda, non un libro per ragazzi (non così tanto, insomma). La ragazza di fuoco l'avevo trovato molto ripetitivo e forzato, ma ero riuscita a dargli ancora 3 stelle, la sufficienza, per intenderci. Una volta chiuso la voglia di proseguire con la serie non c'era, lo dico onestamente, ma avevo la remota speranza che la Collins avesse ideato un finale con i fiocchi, e che il secondo volume fosse solo il tasto dolente di una trilogia comunque apprezzabile. Ovviamente non è stato così.
Quanta delusione provo in questo momento? Tanta quanto l'inutilità di questo orrendo e ultimo libro. Non so come la Collins ci sia riuscita, ma tutto quello che poteva rovinare lo ha rovinato.
Ma dico, si può prendere un'idea originale come quella degli Hunger Games, si può avere uno stile tanto coinvolgente, per poi far finire tutto così? Che rabbia.
Mi ci sono voluti dieci giorni per oltrepassare le prime 300 pagine, pagine inutili, noiose, piatte e che fungono da perfetto sonnifero. Alcune volte ho addirittura pensato di aver messo male il segnalibro, e di aver riletto lo stesso pezzo non una, non due, ma tre, quattro, cinque volte.. 300 pagine fatte con lo stampo, che si trascinano lente in attesa di qualcosa che finalmente faccia ingranare la storia.
Poi quel qualcosa è arrivato: una missione irta di pericoli, un viaggio per raggiungere finalmente lo scopo di tutta la storia.
Ce l'aveva quasi fatta, eh. A coinvolgermi, dico.
Per circa un centinaio di pagine la curiosità c'era, volevo capire come sarebbe finito il tutto, pensavo che mi avesse finalmente catturata e che, magari, si stesse per arrivare ad un finale con i fuochi d'artificio.. troppo bello per essere vero. Come ben sappiamo la Collins non è un'autrice particolarmente magnanima, sacrifica personaggi a destra e a manca, secondo me ci si diverte pure a tirare una riga sulle vittime. Ma questo non è un problema, nonostante mi dispiaccia per alcuni personaggi. Il problema è il modo in cui li fa uscire di scena: una riga, poche parole vuote e senza sentimento giusto perché il lettore possa capire che il personaggio a cui era tanto affezionato, quello che forse conosce fin dal primo libro, è morto. Di una morte inutile e penosa, senza nessun effetto o senza quella sensazione di perdita che un lettore dovrebbe avere il diritto di provare. Nulla, la Collins preferisce continuare imperterrita la sua deludentissima strage, arrivando così al tanto agognato finale.
Il finale, sì. Il finale che non vi anticiperò, naturalmente, ma che fa cadere in basso tutta questa promettente trilogia. È mai possibile, mi chiedo, scrivere una conclusione tanto priva di sentimento? Perché io almeno per le ultimissime pagine mi aspettavo di provare qualcosa, gioia o delusione che fosse. Mi aspettavo di assistere alla scelta di Katniss, e dopo tre libri di "amo Peeta, odio Gale, mi piacciono entrambi, non ho bisogno di nessuno dei due, amo Gale, odio Peeta, ma Peeta mi ama quindi dovrei amarlo, Gale non è giusto per me, ma è il mio migliore amico" e così all'infinito, un minimo di senso logico nella scelta di Katniss lo pretendevo anche, eh.
Katniss non mi è piaciuta fin dal primo volume, ma in qualche modo ero riuscita a non odiarla.. merito forse del suo essere un personaggio importante, ma al tempo stesso superficiale. Ma arrivata verso la fine una sua decisione mi ha fatto cambiare completamente idea su di lei. Ecco un'altra protagonista promettente che se ne va dritta dritta nel tritacarta.
Gli altri personaggi che ruotano intorno a lei sono, come al solito, piuttosto inutili.. tanto per migliorare la situazione, no?
419 pagine per un lavoro del genere sono impensabili, e per di più la lettura procede a scatti: la noia infinita per 3/4 del libro, poi un piccolo sprint, tanto per non fare addormentare il lettore, e poche pagine vuote per concludere il tutto. Che delusione.. capitoli su capitoli dedicati a telecamere, allenamenti e a vedere Katniss girare annoiata e senza meta per il Distretto 13 come una rimbambita, per poi dedicare due righe in croce agli avvenimenti più importanti.. coerenza, soldato Collins, coerenza! Resto dell'idea che l'autrice avrebbe dovuto seguire la sua idea iniziale di tenere Hunger Games un libro autoconclusivo, ci avrebbe regalato una lettura piacevole, risparmiandoci però lo scempio che ne segue.
Sto scrivendo un papiro, lo so, ma se non sfogo la mia amara delusione finirò con l'odiare la Collins, ed è una cosa che non posso far succedere, visto che amo (amo amo amo) il suo stile.
Rovinati i personaggi, la storia, l'idea della ribellione e della lotta per la libertà, cosa resta di questa trilogia? Un finale indecente e tanti lettori insoddisfatti.
Mi concedo una riflessione-spoiler sulla conclusione, come sempre se non volete avere anticipazioni non evidenziate il testo qui sotto, se invece avete già letto il libro fatevi avanti:

*SPOILER*
Io sono sempre stata dalla parte di Peeta (Gale ti odio!), quindi in un certo senso avrei dovuto essere felice del finale.. ma non mi toglierò mai dalla testa il pessimo modo che la Collins ha usato per descriverci il futuro insieme di Katniss e del ragazzo del pane: una coppia di deviati mentali, tristi e un po' tocchi, con un gatto sfigato e dei figli fatti tanto perché dovevano esserci. Fa tanto famiglia del Mulino Bianco caduta in depressione, ecco. Cosa ti costava, maledetta donna, metterci un po' di sentimento e regalarci lo stesso finale ma meno vuoto e triste?! Arg!
E il presidente Snow, che muore da solo come un povero scemo? Che amarezza!

Che i giochi abbiano fine.
Grazie al cielo.


Consigli:
Cibo/bevanda: pane e zuppa
Da leggere: in primavera
Voglia di: finire la trilogia

17 commenti:

  1. ahahahahahahahahah ti adoro streghetta ahahahahahahah

    ammetto che concordo con te sul nervoso e sul fatto che Kat, avrebbe potuto fare di più in questo libro... è scandaloso il fatto che giri come un salame quasi tutto il tempo...

    (viva Gale!!!)

    RispondiElimina
  2. Purtroppo devo darti ragione.. Mi aspettavo molto di più in questo ultimo capitolo.. E invece delusione totale!!

    RispondiElimina
  3. Noooooooo.. io amo Gale! xD
    (Spoiler)
    A parte il fatto che non amo tantissimo Peeta, quello che non mi è piaciuto del finale è che Katniss non ha scelto nessuno. Sì, non so tu come la pensi, ma per me lei NON ha scelto, ha deciso di 'fare coppia' con chi è rimasto. Gale se n'è andato e lei quindi non ha potuto sceglierlo. E' una cosa che non ho sopportato, ha fatto passare Katniss per una completa idiota, non che nel secondo e nel terzo libro non lo sia, ma così è troppo! Il finale frettoloso poi :@ che rabbia!
    Per non parlare della morte di Finnick... io non ci ho capito un cavolo! Katniss in questo libro è una primadonna insopportabile -.- Per non parlare della morte di Prim. Collins, mi stai prendendo per i fondelli? Questa tizia si è offerta a pagina 2 per non mandare a morire la sorella e tu, crudelmente, la uccidi in quel modo?! D:
    (Fine spoiler)
    Che dire, non mi è piaciuto questo libro, così come il precedente. Delusione totale :( Se "Il caonto della rivolta" mi fosse piaciuto, avrei comprato l'intera trilogia in cartaceo anche se il secondo era deludente, ma non ho apprezzato neanche il terzo.
    So che è una cosa brutta da dire, ma spero che i prossimi 2 film siano belli e non ci siano questi "buchi", nel trailer de "La ragazza di fuoco" Snow spiega anche perché ritornano nell'arena e questa cosa mi piace. Scusa la lunghezza del commento xD

    RispondiElimina
  4. Sapevo che non ti sarebbe piaciuto ;)
    Non starò qui a fare la parte dell'avvocato del diavolo, lo sai io ho amato questo libro.. dei tre è il mio preferito pensa un po' XD
    SPOILER
    Io forse l'ho vissuta in maniera diversa questa storia, ho pensato che Katniss con tutto quello che aveva passato non era in grado di amare.. amava una persona, sua sorella, e le è stata portata via. Non ti sto a dire che AMO Katniss Everdeen, a volte la odio proprio per questo suo modo di essere. Penso anche che se avesse vissuto una vita normale senza Hunger Games, forse si sarebbe innamorata di Gale, ma il destino ha scelto diversamente. Per me, quello che la Collins ha voluto dire è che la guerra distrugge tutto, anche i sentimenti migliori, si prende le persone che ami e ti lascia vuoto.. poi ci sono i bambini, quelli che giocano sul prato e che possono imparare dagli errori del passato e costruire un mondo migliore.

    RispondiElimina
  5. Anch'io ho trovato estremamente deludente questo ultimo capitolo: sbrigativo e frettoloso. Sono stati inseriti tantissimi personaggi che non sono stati, però approfonditi. Una delusione :(

    RispondiElimina
  6. Ah ah XD anch'io divido i libri che devo leggere assolutamente in queste due categorie XD comunque la tua recensione, per quanto lunga, e' molto scorrevole e scritta bene... Sei bravissima a recensire. Lo dimostri ogni volta di più'. ;)

    RispondiElimina
  7. Oddio.. Se penso che è il mio libro preferito di tutta la trilogia!
    Comunque anche io ho appena pubblicato la recensione della trilogia completa..

    RispondiElimina
  8. AAAAAAAAA @Ilenia tu mi dai speranza!!! ;) Scusate, attimo di delirio da fandom HG MODE ON! XD Fine delirio

    RispondiElimina
  9. @Noe, ma nooo! Gale (e mi riferisco al personaggio del libro, non al belloccio del film U.U) è palesemente crudele.. no no no.

    @crippe90, eh già, peccato :(

    @Ninfa, ma cos'è quest'infatuazione per quello lì? Sciò, sciò! U.U
    Gale a parte..
    (SPOILER)
    Secondo me non è andata esattamente così.. voglio dire, onestamente: non amava nessuno dei due. Gale era in un altro Distretto, non era né morto né tanto meno dall'altro capo del mondo, se avesse voluto stare con lui il modo l'avrebbe trovato. Secondo me alla fine non le interessava nessuno dei due, e probabilmente non le sarebbe mai interessato nessun altro, quindi per rendersi le cose facili ha scelto Peeta.
    Per Prim invece concordo, che rabbia!
    FINE SPOILER
    A me il primo film è piaciuto moltissimo (tralasciando la completa assenza di musica -.-") spero che abbiano fatto un buon lavoro anche con il secondo :D

    @Monica, ci avevi visto giusto :( io ho continuato a sperare in un finale che mi facesse dimenticare la noia del secondo volume, ma nulla.
    (SPOILER)
    Probabilmente hai ragione, l'idea era questa, il problema principale è che io queste cose volevo sentirle, invece le ho trovate descritte con parole fredde e vuote. Il senso c'è, ma il messaggio non è arrivato, non ha colpito.

    @Federica, hai ragione :(

    @Ilenia, ma com'è possibile?! xD

    RispondiElimina
  10. L'idea degli Hunger Games era davvero bella e, secondo me, la storia poteva concludersi con quel libro, ma ovviamente dopo un successo tutti si aspettano un seguito. Seguito che però non mi ha deluso, infatti Catching Fire mi è piaciuto un sacco. Per quanto riguarda il canto della rivolta, lo ammetto, anche io mi sono annoiata e non vedevo l'ora di arrivare al finale.
    SPOILER
    Per quanto riguarda la morte di Prim, devo confessare che ho dovuto rileggere due volte la pagina, poichè è stata talmente veloce che quasi non ho capito cosa fosse successo.

    RispondiElimina
  11. ohhhh finalmente hai scritto la recensione e io posso sfogarmi con qualcuno! :D
    Innanzitutto io ho amato i primi due libri, e nonostante il secondo potesse rischiare di essere ripetitivo l'ho comunque trovato interessante e l'ho terminato in pochissimo tempo. Aspettavo grandi cose dal terzo e invece è stata una delusione! Sembra che il terzo sia stato scritto da un'altra persona!!!
    SPOILER
    La Katniss forte, cinica, pronta a sacrificarsi, combattiva, diventa debole.. il più delle volte un po' rincoglionita (scusami il termine).. una sorta di gieffino che serve a filmare degli spot inutili! La katniss dei libri precedenti avrebbe combattuto, sarebbe stata in prima linea... Sarei stata disposta ad accettare anche un cambio caratteriale, ma descritto in modo più articolato... più veritiero, più convincente...
    Il finale sbrigativo, senza senso, alla fine non sappiamo che tipo di governo si è instaurato, chi comanda, se tutto questo è servito a cambiare le cose! Avrei preferito a questo punto un finale più cinico dove loro riprendono gli hunger games e li sottopongono ai figli di Capitol City dimostrando come la natura umana sia vendicativa e che siamo tutti uguali alla fine quando abbiamo il potere in mano. E poi Gale, questa presenza che alla fine va a lavorare nei "piani alti".. mah!
    FINE SPOILER
    Insomma delusa delusa delusa!!!

    RispondiElimina
  12. Invece a me è piaciuto. Ok, alcune pecche bisogna riconoscerle, come il finale confusionario e frettoloso e la morte di troppi personaggi (descritta in 2 righe ciascuna).
    Però nel complesso mi è piaciuto :)
    Spero che il film (che, ho sentito, sarà diviso in 2 parti) non mi deluda!!

    RispondiElimina
  13. Ah ah XD dopo aver finito il libro ( poco fa) dovevo leggere lo spoiler della tua recensione ^^ ah ah ah In effetti la Collins con Snow poteva inventarsi qualcosa di più originale XD anch'io sono dalla parte di Peeta: il personaggio che mi è piaciuto di più ^^ ora aspetto i film che spero saranno meglio :P

    RispondiElimina
  14. Cavolo questa non me l'aspettavo o.o !!! ho sentito solo pareri positivi su questo libro tanto da definirlo il migliore fino ad esso, mi hai un pò spiazzata ma chissà che non hai ragione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di pareri negativi ne ho letti tanti invece :) è davvero uno di quei libri che o ami, oppure odi.. nel mio caso, purtroppo, è stata la seconda cosa.

      Elimina
    2. mmm ecco è proprio questo il punto :D, certe volte si partono con tante aspettative e poi si rimane delusi forse e per questo che ho qualche dubbi sui best seller ecc

      Elimina
  15. la scelta già era stata fatta! Lei ama Peeta ma cavolo si capisce in La ragazza di fuoco e in Il canto della rivolta conferma i suoi sentimenti.

    RispondiElimina

Se volete restare anonimi, firmate anche con un nome qualsiasi: saprò a chi rivolgermi quando risponderò ai vostri commenti!